raffaeletedesco.com logo
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
1 / 61 ‹   › ‹  1 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
2 / 61 ‹   › ‹  2 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
3 / 61 ‹   › ‹  3 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
4 / 61 ‹   › ‹  4 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
5 / 61 ‹   › ‹  5 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
6 / 61 ‹   › ‹  6 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
7 / 61 ‹   › ‹  7 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
8 / 61 ‹   › ‹  8 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
9 / 61 ‹   › ‹  9 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
10 / 61 ‹   › ‹  10 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
11 / 61 ‹   › ‹  11 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
12 / 61 ‹   › ‹  12 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
13 / 61 ‹   › ‹  13 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
14 / 61 ‹   › ‹  14 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
15 / 61 ‹   › ‹  15 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
16 / 61 ‹   › ‹  16 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
17 / 61 ‹   › ‹  17 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
18 / 61 ‹   › ‹  18 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
19 / 61 ‹   › ‹  19 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
20 / 61 ‹   › ‹  20 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
21 / 61 ‹   › ‹  21 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
22 / 61 ‹   › ‹  22 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
23 / 61 ‹   › ‹  23 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
24 / 61 ‹   › ‹  24 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
25 / 61 ‹   › ‹  25 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
26 / 61 ‹   › ‹  26 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
27 / 61 ‹   › ‹  27 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
28 / 61 ‹   › ‹  28 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
29 / 61 ‹   › ‹  29 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
30 / 61 ‹   › ‹  30 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
31 / 61 ‹   › ‹  31 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
32 / 61 ‹   › ‹  32 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
33 / 61 ‹   › ‹  33 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
34 / 61 ‹   › ‹  34 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
35 / 61 ‹   › ‹  35 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
36 / 61 ‹   › ‹  36 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
37 / 61 ‹   › ‹  37 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
38 / 61 ‹   › ‹  38 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
39 / 61 ‹   › ‹  39 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
40 / 61 ‹   › ‹  40 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
41 / 61 ‹   › ‹  41 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
42 / 61 ‹   › ‹  42 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
43 / 61 ‹   › ‹  43 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
44 / 61 ‹   › ‹  44 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
45 / 61 ‹   › ‹  45 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
46 / 61 ‹   › ‹  46 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
47 / 61 ‹   › ‹  47 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
48 / 61 ‹   › ‹  48 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
49 / 61 ‹   › ‹  49 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
50 / 61 ‹   › ‹  50 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
51 / 61 ‹   › ‹  51 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
52 / 61 ‹   › ‹  52 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
53 / 61 ‹   › ‹  53 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
54 / 61 ‹   › ‹  54 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
55 / 61 ‹   › ‹  55 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
56 / 61 ‹   › ‹  56 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
57 / 61 ‹   › ‹  57 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
58 / 61 ‹   › ‹  58 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
59 / 61 ‹   › ‹  59 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
60 / 61 ‹   › ‹  60 / 61  › pause play enlarge slideshow
Albori - Vietri sul Mare (Sa)
61 / 61 ‹   › ‹  61 / 61  › pause play enlarge slideshow

Albori - Vietri sul Mare (Sa)

Non sono certe le origini del nome di questo antico borgo situato alle porte della splendida Costiera Amalfitana e che per la sua bellezza è stato inserito tra i più Belli Borghi d'Italia:
la più fantasiosa è quella che lo fa derivare da Arvo , un argonauta al seguito di Giasone che, attratto dalla bellezza del luogo, vi si sarebbe stabilito dopo una tempesta. un altra è che Albolo sarebbe il personaggio goto o longobardo che avrebbe dato il nome al casale. O ancora il nome potrebbe anche designare il luogo in cui anticamente si andava a far legname - albores, alberi - per costruire le navi. Infine potrebbe richiamare Albola , una sorgente di acqua minerale esistente nella zona.
Nella prima metà del IX secolo si hanno le prime notizie di insediamenti nella zona di Albori . In un documento del 1324 viene citato per la prima volta il casale di Albori, sorto a 300 metri di altitudine per sfuggire alle incursioni costiere dei Saraceni.Mentre nel 1500 circa è istituita per regio decreto l'imposta detta "gabella del pane", in base alla quale nel casale può vendere il pane solo l'appaltatore o persona da lui delegata. Nel 1610 è costituita la parrocchia di Àlbori.

Il borgo, di origine marinara come testimonia anche l’attuale Marina di Albori , costruito probabilmente dagli abitanti terrorizzati dalle continue escursioni saracene, è composto da un gruppetto di case colorate di fronte al mare, addossate le une alle altre e strette tra viuzze e vicoletti, in base alla strategia difensiva degli arabi, che si interrompono in uno slargo dove, ancora oggi, la sera, si ritrovano gli abitanti.

Qui ad Albori, lontano dal caos di Vietri e della trafficata seppur bella Costiera Amalfitana, si respira ancora l’aria dei tempi antichi: di giorno lo sguardo spazia dall’azzurro del mare Tirreno alle verdi pendici del Monte Falerzio, dov'è bello passeggiare in pace e tranquillità tra le cappelle votive dedicate ai santi protettori, invece al calare della sera le donne recitano il rosario e gli uomini si raccontano la giornata trascorsa, mentre la brezza marina placa gli animi ed il cielo riempie di stelle gli occhi.

Gli edifici in pietra e calce, sormontati dalle caratteristiche tegole napoletane, sono stati oggetto di studio da parte di numerosi architetti. Il nuovo paese, infatti, ha mantenuto l'architettura mediterranea originaria, con case a volta dai colori decisamente vivi, che servivano a farle riconoscere da lontano ai propri abitanti quando, ottimi naviganti, si allontanavano da esse o vi si riavvicinavano dopo lunghi periodi trascorsi in mare. Nel periodo invernale, quando la navigazione non era possibile, gli abitanti si dedicavano all'agricoltura, coltivando quel poco di terreno che riuscivano a strappare alla montagna.

La felice combinazione di mare e monte è dunque la caratteristica di Albori , che non è nemmeno priva di tesori d'arte: nella piazza sorge la chiesa dedicata a Santa Margherita , giovane martire di Antiochia, al cui interno si possono ammirare pregevoli affreschi di scuola napoletana, di cui fu esponente illustre il decoratore barocco Francesco Solimena (1657-1747).
(Notizie tratte da varie fonti sul Web)
Link
https://www.raffaeletedesco.com/albori_vietri_sul_mare_sa-r8995

Share link on
CLOSE
loading